Saturday, 6 August 2011

In Olanda il pastore protestante é ateo



Il minimo che ci si dovrebbe aspettare da un ministro del culto, ancorché protestante, é che creda in Dio e nell'aldilá.
Ai poveri fedeli della comunitá di Gorinchem, nell'Olanda centrale, non é concesso nemmeno questo. E' infatti toccato loro in sorte un pastore - udite, udite - ateo.

La BBC ha intervistato l'eccentrico - ma non troppo, visti i tempi - pastore Klaas Hendrikse (nella foto), appartenente a una delle maggiori denominazioni protestanti olandesi, il quale non fa mistero delle sue convinzioni e, incredibilmente, sembra non vedervi alcuna contraddizione con il suo ruolo di ministro del culto.  

"Personalmente - afferma senza scomporsi troppo - non credo nell'aldilá. No, per me la nostra vita, il nostro compito, é prima della morte".

E Dio? "Dio non é un essere. E' una parola, una parola che sta per esperienza, esperienza umana".

Peró, ripensandoci, questo pastore sará pure ateo, ma un miracolo l'ha fatto: al suo confronto il nostro cardinale Tettamanzi appare un mostro di fede, un novello san Carlo Borromeo.

No comments: